Ultime di spogliatoio: le sensazioni pre-gara di Cozzi e Mattioli

Ultime di spogliatoio: le sensazioni pre-gara di Cozzi e Mattioli

Poche ore dal primo big match in calendario per la nostra B2 oggi pomeriggio alle 18. L’ospite è Euro Hotel Monza, squadra di promettenti under 18 attualmente terze in classifica. Siamo andati a chiedere al tecnico Stefano Mattioli ed al vice-capitano Valentina Cozzi com’è lo stato di salute della squadra e quali sono i punti di forza delle avversarie!

 

Stefano Mattioli: Monza è un’ottima squdra, giovane e tenace. Le abbiamo già incontrate nella finale del torneo pre-stagionale organizzato ad Aqui Terme e mi avevano positivamente colpito, sono molto fisicate, ma anche molto tecniche. Noi abbiamo avuto una settimana di allenamenti molto buona sia dal punto di vista dell’intensità che da quello qualitativo. Per vincere contro le nostre talentuose ospiti puntiamo su ritmo ed intensità soprattutto del servizio, fondamentale su cui abbiamo lavorato molto in settimana. Per togliere gli attacchi del loro centrale più aggressivo chiaramente dovremo partire da li. Purtroppo Francesca Bettale dovrà stare ancora ‘ferma ai box’ perchè il ginocchio a cui è stata operata ha ancora qualche problemino. Contro Pro Patria ha giocato un set intero inserendosi già nei meccanismi di squadra nonostante il lungo periodo di stop. Spero di riaverla il prima possibile chiaramente.

 

Valentina Cozzi: La nostra squadra è un bel gruppo sotto il punto di vista della qualità delle giocatrici che come persone: ci sono ruoli, individualità e giocatrici che messi insieme si completano. Personalmente credo che abbiamo una forte potenzialità che dobbiamo ancora espletare sotto forma di “bel gioco”, anche se belle siamo belle da vedere !!! Per quanto mi riguarda so bene di non essere un opposto di ruolo, ma non mi sento assolutamente fuori luogo: tra tutti gli attaccanti sono stata l’unica ad aver dato la mia disponibilità a cambiare ruolo per la squadra, per me è una sfida! So di poter dare molto e di dover crescere ancora tanto. Facendo l’opposto ricevitore mi toccano  6 rotazioni su 6 di ricezione e la difesa in zona 5 per cui mi sparo parecchi kilometri in campo, devo correre molto, ma nonostante tutti questi nei penso di rientrare nella media degli opposti di questa categoria.