Garlasco batte Ivrea, ma quanta paura

Garlasco batte Ivrea, ma quanta paura

Da La Provincia Pavese

GARLASCO. Prosegue la serie positiva dell’Ambrovit Garlasco che, non senza fatica, batte il Canavese Ivrea, squadra di interessanti prospetti che ha reso vita dura alle ragazze di coach Mattioli. Proprio una scelta del tecnico nel finale di seconda frazione, con l’ingresso di Cattaneo per Rondini, ha prodotto maggior equilibrio e migliore tenuta difensiva alla lunga determinanti. Golini sigla di forza il 3-0, ma poi sbaglia due attacchi (4-3) e sono gli errori ad attardare le ospiti che vanno al primo time out tecnico in svantaggio 8-5 sull’ace di Rondini. Anche Cozzi firma un servizio vincente poco dopo e la panca ospite vuole tempo sul 12-7. Rondini gioca col muro e tiene Garlasco in sicurezza (16-11), il muro di Stanga vale il 18-12 ed altri errori del Canavese dilatano le distanze. Gogna trascina il finale a muro ed in fast, poi Golini chiude il conto. Quando si riparte, le ospiti cambiano palleggio e cambia anche la partita al punto che coach Mattioli deve chiedere tempo molto presto (0-4) sulla partenza a fari spenti delle sue ragazze. Ma la luce resta spenta (1-6 e 3-8), Rondini attacca lungo e la difesa fatica sul servizio piemontese (4-11). In questo frangente non c’è partita (5-14), la fast di Bosco è lunga (7-18) e coach Mattioli ha già esaurito le sospensioni. Qui inizia la tardiva rimonta dell’Ambrovit che risale fino al 16-24 spaventando le ospiti che chiudono faticosamente la frazione fino a poco prima dominata. Quando inizia il terzo set, il Canavese si squaglia ed è tutta un’altra squadra rispetto a quella che per lunghi tratti aveva fatto a pezzi la frazione precedente. Sull’ace di Bosco (4-0) la panchina ospite spende la prima sospensione senza riuscire a cambiare l’inerzia perché Gogna, con una grande fast ed un muro sontuoso, firma l’8-1 al primo time out tecnico. Cattaneo ed ancora Gogna colpiscono a muro per il 12-2, alla seconda sospensione tecnica si gira sul 16-6. Garlasco amministra il finale senza particolare fatica e Gogna chiude il set che rilancia Garlasco. Dopo una partenza sofferta, l’Ambrovit aggiusta la mira del quarto set col muro di Gogna per il 6-4 su cui la panca ospite chiede un repentino time out. Ancora Gogna colpisce in battuta e, sul 10-6, la panca canavese, un po’ prematuramente, esaurisce le sospensioni. Bosco inchioda la fast del 14-10 ed ora Garlasco sta giocando meglio e con maggior continuità in ogni fondamentale e doppia la boa della seconda sospensione tecnica avanti 16-11. Poi Stanga infila due servizi vincenti in fila, Gogna stampa un altro muro e le ragazze di Mattioli volano sul 20-11. Il finale di frazione non ha storia e Cozzi firma la palla da tre punti preziosi.

Attachment