Coach Angelescu: siamo in finale!

GARLASCO, 25 maggio 2021 – Ed eccoci qua, arrivate alle finali che tanto desideravamo. Che dire? Dopo una stagione lasciata in sospeso con amarezza, dispiaceri e incognite questi risultati sono proprio quello che ci meritavamo.
Tutti abbiamo trascorso un anno pesante, caratterizzato da timori e preoccupazioni. Il ritorno in palestra ci ha sicuramente regalato un contesto privilegiato con valvole di sfogo e compagnia (specie nei periodi di zone rosse con numerose limitazioni). Inutile dire però che il campionato è stato incostante e difficile sotto mille punti di vista.
Ognuna delle ragazze di questa squadra e ognuno dei componenti dello staff/società del Volley2001Garlasco ha lavorato con determinazione, grinta e forza per permetterci di attutire le difficoltà e per portarci ad avere gli strumenti per fare bene. Parliamo insomma di una stagione con un carico emotivo bello ricco, che ci ha riaccese e che ci porta a sognare di nuovo.
Alla corsa per i playoff non ci si abitua mai e direi che i risultati di parecchie squadre lo dimostrano chiaramente. Ogni gara si vive a mille e al di là di quelle che sono le caratteristiche fisiche, tecniche e strategiche di ogni gruppo si gioca molto di emozioni.

Ho letto qualche articolo e qualche commento sulla nostra ultima partita contro Uyba Giovani Yamamay e mi è spiaciuto che si parlasse di “salvataggio”.La partita è stata bella intensa ed ecco perché ne stiamo parlando due giorni dopo… Dovevo riprendermi anche io!! Non ci aspettavamo di arrivare a giocare il Golden Set e abbiamo faticato molto nell’allontanare la paura di farci buttare fuori contro una squadra che ha dato il tutto per tutto.
Ai miei occhi la vittoria che ha scandito il passaggio alla finale non è stata dettata dalla fortuna e non è stata un caso. La nostra squadra è in forza, è preparata e ben calibrata e lo abbiamo dimostrato durante tutto il campionato – mantenendo i vertici della classifica.
Le considerazioni su quest’ultimo periodo sono molteplici: pressione mediatica, turni di partite infrasettimanali più weekend nelle condizioni in cui molte delle nostre atlete lavorano dalla mattina alla sera, le età anagrafiche, l’anno particolare…

In questa tappa abbiamo vissuto al cardiopalma un match decisivo. E’ vero che venivamo fatte passare come favorite, ma abbiamo nella rosa delle atlete che vedono in queste gare gli ultimi scontri delle proprie carriere e altre che si approcciano per la prima volta ai playoff.Da una parte avevamo quindi delle ragazze molto giovani, che in pomeriggio di sabato volevano provarci (consce del distacco di livello e di punteggio, essendo state battute in casa 3-0); dall’altra un gruppo ansioso di soddisfare le aspettative generali, con titolari novelline tra i 18 e i 22 anni e veterane fra i 30 e 40.
Aggiungo oltretutto che la sera precedente eravamo tutti incollati agli schermi dei pc, con giuste dosi di agitazione, per seguire gli scontri Legnano-ProPatria e il gruppo maschile dei pinguini contro Sarroch.
La squadra di Uyba mi è piaciuta molto e non mi ha colto di sorpresa. Ci sono giovani promettenti, di talento, con un alto spessore tecnico-tattico e fisico. Complessivamente hanno fatto un buon gioco in tutti i reparti, specialmente in battuta e di conseguenza in fase break point. Noi non siamo riuscite a trovare i nostri equilibri e i nostri ritmi di gioco, regalando e concedendo troppo spazio alle bustocche.
Ce la siamo sudata, ma il Golden Set ha tirato fuori il nostro orgoglio e la voglia di andare avanti – senza se e senza ma. Abbiamo portato a casa il risultato (forse godendocelo di più) e questo è quello che conta.

Ora la voglia di fare bene è tanta e siamo concentrate per i prossimi scontri contro Legnano, squadra che ha dominato il proprio girone con continuità. Le nostre avversarie formano un bel team con una palleggiatrice versatile che sa mettere in luce i propri attaccanti, con delle bande forti e dei centrali di tutto rispetto.
Incrociamo le dita, stringiamo i pugni e FORZA GARLASCO! 💪🏻♥️🤞🏻