BM – RASSEGNA STAMPA – VOLLEY 2001, IL RISCATTO E’ IMMEDIATO

VOLLEY 2001, IL RISCATTO E’ IMMEDIATO

GARA AUTOREVOLE COL VALDIMAGRA. PRESO LO SCHIACCIATORE CATENA.

La sconfitta casalinga di sabato scorso patita per mano di Fossano è già un ricordo sbiadito per il Volley 2001 Garlasco ripartito ieri pomeriggio alla grande con un’autorevole prestazione a Santo Stefano di Magra, campo di gioco del Valdimagra Volley Project, targato Zephyr Trading. In terra spezzina, la squadra allenata da Vittorio Bertini e Marco Fumagalli ha ripreso a correre con una bella vittoria in soli tre set (19-25, 21-25, 18-25). Si tratta di un successo importante perchè colto sul campo di una formazione ostica capace, nelle scorse settimane, di far punti in casa propria anche con avversari di rango. A fine andata, il Volley 2001 Garlasco gira a quota 25 punti, un traguardo onestamente non preventivabile quando in estate la dirigenza faticava ad allestire la squadra che avrebbe dovuto affrontare da matricola il nuovo torneo di serie B unica maschile, terzo campionato nazionale maschile. Di fatto, la quota salvezza è quasi conquistata con un girone di anticipo e mancheranno per questo traguardo al massimo quattro-cinque punti. La vittoria di ieri in Liguria, però, rilancia il team lomellino alla rincorsa della zona nobile, perché no, di un posto nei play off promozione che sarebbero un risultato a dir poco storico ed incredibile. “Siamo sempre stati davanti giocando una buonissima partita e non era scontato, anzi”, commenta soddisfatto coach Vittorio Bertini al termine del blitz a Santo Stefano di Magra. “Poche ore prima dell’inizio della partita siamo riusciti a tesserare lo schiacciatore milanese Marco Catena, con vari trascorsi in serie B e che aveva iniziato la stagione ad Opera. Ci darà senz’altro una grossa mano e speriamo di riuscire a reperire nel corso di queste settimane qualche altro giocatore che possa allungare una rosa ancora ridotta”, chiude coach Bertini che ha già la testa a domenica prossima quando la sua squadra inizierà il ritorno ancora in Liguria, ad Albisola.

Fabio Babetto

Attachment