B2M – Garlasco, progetto B unica “Largo a giovani motivati”

Da “La Provincia Pavese”, 07 aprile 2016

Accedere alla prossima serie B unica nazionale non dovrebbe essere a questo punto un grande problema per il Volley 2001 Garlasco che centrerebbe il secondo salto in fila approdando nel terzo campionato italiano. Ci sono, tuttavia, diversi “però” che stanno rendendo un po’ meno dolce quella che doveva essere una festa. La squadra è entrata da mesi in una crisi che pare senza vie d’uscita, i risultati, da gennaio in poi, sono stati quasi sempre negativi e solo l’ottima partenza ora consente di vedere comunque vicino l’obiettivo. “E’ da circa un mese che si è rotto qualcosa e non riusciamo a riprendere il bandolo della matassa – commenta amareggiata la patron Silvia Strigazzi – E’ vero che se Asti perderà sabato saremmo in B unica senza dover più vincere, ma non mi piace l’idea di finire la stagione in questo modo”. La dirigente e anima del Volley 2001 Garlasco approfondisce il tema. “Lo scorso anno il clima era diverso, l’entusiasmo era maggiore e, secondo me, indipendentemente dai risultati. Era l’approccio da parte dei singoli ad essere diverso, più appassionato e più coinvolto”. Coach Maurizio Latelli le ha provate tutte, ma ha dovuto fare i conti con una rosa che si è progressivamente ridotta fino all’osso tra partenze e varie defezioni in corsa. “Il tecnico ha introdotto una logica di impegno serio, quasi professionale. Una filosofia giusta per una squadra ed un progetto arrivati a questo livello, tanto più con il vantaggio che a portarla avanti è un allenatore che è stato per anni giocatore professionista in serie A. Ma evidentemente molti faticano a recepire il messaggio ed a capire che l’impegno non è solo divertimento e va onorato con i comportamenti ed il lavoro durante tutto l’arco della stagione”. Silvia Strigazzi, indirettamente, evidenzia come la crescità di una realtà debba prima o poi scontrarsi anche con problemi di crescita culturale e di qualità non soltanto tecnica. I risultati delle tre ultime giornate di questa stagione non cambieranno probabilmente nè l’esito finale, nè, però, anche una serie di valutazioni che da qualche tempo la stanza dei bottoni garlaschese sta facendo. Per affrontare la serie B unica nazionale serve un progetto importante, fatto possibilmente di giovani che vogliano crescere e sfruttare una buona opportunità. Strigazzi e Latelli vorrebbero anche che Garlasco riuscisse a catalizzare anche i migliori pavesi del volley maschile, ma finora non è successo. Comunque vada, c’è molto da lavorare per fare in modo che la bella avventura possa proseguire e consolidarsi nel tempo come merita.

 

Fabio Babetto