B2M – Garlasco, come previsto

Da “La Provincia Pavese”, 23 febbraio 2016

La trasferta nella tana della capolista Chieri non era certo il posto migliore per provare ad interrompere la serie negativa in cui è incappato il Volley 2001 Garlasco. E, come da pronostico, è arrivata un’altra sconfitta al termine di tre set, quanto meno combattuti e l’ultimo addirittura in qualche modo buttato via dai lomellini.
Nell’imminenza del match, ha dovuto dare forfait anche il centrale Nifosi messo ko da un attacco influenzale e così coach Maurizio Latelli ha dovuto reinventarsi il sestetto partendo con Mozzana in regia in diagonale con Durante nel ruolo di opposto, quindi Coali e Antonaci al centro, Pizzileo e Marrocco di banda. Nel terzo set, il tecnico sposterà Pizzileo in posto due mandando Durante ad attaccare di banda. “Siamo partiti bene giocando con attenzione” racconta coach Maurizio Latelli e in effetti la sua squadra tiene il naso avanti e mette in scacco in vari momenti la capolista (6-8; 15-16). Dopo il secondo time out tecnico però, Chieri trova i colpi giusti per fare break (21-16) e per andare a prendersi la frazione. La seconda è, se possibile, ancor più equilibrata con Chieri avanti 8-7 e 16-14 alle due sospensioni tecniche e Garlasco a resistere fino al 21-18, ma la squadra di Latelli non è lucida nel finale e deve arrendersi anche in questo periodo. Nel terzo, il tecnico opta per la variazione tattica con lo scambio di ruolo tra Durante e Pizzileo e Garlasco vola scappando via 4-8 e anche 9-16. Il buon momento prosegue fino al 17-21 ed anche al 18-23, poi succede un pò di tutto, compresa qualche chiamata arbitrale strampalata. “Ci siamo innervositi per alcune decisioni avverse e per un paio di chiamate non rilevate su infrazioni in palleggio del regista di casa”, dice Latelli. “Abbiamo preso anche un cartellino giallo e, pian piano, ci siamo fatti rimontare ed abbiamo perso un set che abbiamo avuto in pugno fin dal primo pallone, malgrado in attacco le percentuali di tutti siano state davvero molto basse. Peccato per l’epilogo, mi tengo qualche aspetto che ho rilevato e che è importante in una fase in cui stiamo ancora cercando un assetto stabile e proficuo”, conclude coach Latelli che ora preparerà la prossima difficile gara interna, domenica prossima con il Segrate, team giovane e talentuoso.

Fabio Babetto