B2F – Ambrovit, passo falso

Da “La Provincia Pavese”, 18 aprile 2016

L’Ambrovit Garlasco perde inopinatamente al tie break ad Albisola e rischia ora di compromettere la sua corsa verso il primo posto nel girone al termine della stagione regolare, quello che promuove direttamente in serie B1 femminile. «Abbiamo giocato male in ogni fondamentale e ricevuto se possibile anche peggio, ma è stato soprattutto l’atteggiamento complessivo sbagliato e negativo il problema maggiore che poi ha condizionato tutta la partita», spiega coach Stefano Mattioli che poi aggiunge: «E’ da un mese che non riusciamo a lavorare bene e l’ultima settimana, poi, è stata davvero pessima. La partita non è poi stata diversa dalle ultime, anche a Voghera con RivAdo avevamo giocato in questo modo e abbiamo rischiato, mentre ad Albisola abbiamo trovato una squadra che aveva una grandissima voglia di vincere, quella che dovremmo avere noi a questo punto della stagione e con un obiettivo da raggiungere, ma probabilmente questa fame non è di tutto il gruppo». L’Ambrovit era riuscita a ribaltare una partenza difficile, vincendo il secondo set e poi dominando il terzo. «In avvio del quarto ho dovuto chiedere tempo molto presto perché eravamo partiti malissimo con un sacco di errori gratuiti, ma non siamo più riusciti a recuperare e poi il tie break non ha avuto alcuna storia».

Non sono bastati i 38 punti di una implacabile Lucia Cagnoni per evitare una sconfitta che potrebbe pesare fatalmente in questo finale di stagione. «I campanelli di allarme erano già suonati con le ultime prestazioni, adesso suonano con la sconfitta e dovremo parlarci e lavorare per rimettere a posto le cose che non funzionano, ma soprattutto per cambiare un atteggiamento che non va bene. In generale, dobbiamo cominciare a lavorare per preparare al meglio i play off ai quali, al peggio, accederemo come seconda. Per il primo posto, ormai il destino non è più solo nelle nostre mani come invece era prima di questa partita persa sabato ad Albisola». Qualche parziale per inquadrare l’andamento della gara che, in casa ligure, ha avuto per protagonista assoluta la centrale Veneriano autrice di ben 34 punti. Equilibrio prolungato nel primo periodo (8-7, 15-16, 21-20) prima dello scatto ligure ai vantaggi. Nel secondo set, Ambrovit che va subito avanti 5-8 e 13-16. Albisola rientra e sorpassa (21-20), ma Garlasco gestisce bene il finale e pareggia. Ancor meglio il terzo per l’Ambrovit sempre in controllo (4-8, 9-16, 11-21), invece nel quarto le lomelline sbagliano molto, Albisola allunga 8-6, 16-12, 21-16 e porta la sfida al tie break dove le liguri fanno quello che vogliono.

Fabio Babetto