B1F – RASSEGNA STAMPA : EUROSPIN PINEROLO – AMBROVIT GARLASCO

Da “La Provincia Pavese” del 16.01.17

CAGNONI NON BASTA, AMBROVIT VA KO

Sul parquet di casa la corazzata Pinerolo non sbaglia il colpo

Pronostico purtroppo rispettato ed altro viaggio senza punti per l’Ambrovit Garlasco che perde in tre set sul difficile campo di un Pinerolo costruito per giocarsi la promozione in serie A2. Non basta un’ottima Lucia Cagnoni per trascinare Garlasco che raccoglie poco, in termini di punti da Cozzi, Bosetti e Caroli. L’Ambrovit parte bene spinta dagli attacchi di Cagnoni, mentre Pinerolo pasticcia un po’ (3-8). Al rientro dalla prima sospensione tecnica, tuttavia, le padrone di casa si rimettono in carreggiata ricucendo il divario in fretta ed arrivando alla seconda sosta tecnica della frazione avanti 16-14. Se Cozzi e Bosetti faticano a passare, è grazie alla buona serata di Cagnoni che l’Ambrovit si riporta sotto e pareggia sul 19-19.  Sul più bello, però, le lomelline pagano alcuni errori fatali e consegnano la frazione a Pinerolo (25-21). Meno equilibrata la seconda, con le piemontesi bene in controllo facendo valere in ogni fondamentale una superiore cifra tecnica. Da par sua Garlasco fatica molto in ricezione e in difesa riuscendo poche volte a riorganizzare attacchi efficaci (8-3 e 16-13). Pinerolo produce il miglior momento proprio in questa fase strappando per prendersi anche il secondo parziale sul 25-14. In questo set c’è anche spazio per una rapida apparizione di Barbara Pagnin, di fatto all’esordio stagionale dopo il lungo stop per infortunio. La terza frazione è quella, forse, meglio giocata dall’Ambrovit, almeno fino alla seconda sosta tecnica che vede le lomelline avanti per 13-16. Garlasco commette meno errori gratuiti, gioca meglio in difesa e riesce a riproporsi rapidamente in attacco tenendo aperta una speranza per riaprire il match. Pinerolo, però, riacciuffa subito la maniglia, sorpassa sul 21-20 e poi piazza il 4-0 che chiude la sfida. Sabato si chiude il girone di andata in serie B1 femminile e per l’Ambrovit si apre un ciclo forse decisivo di scontri diretti, cominciando dal match casalingo con Trecate cui seguirà, sempre in casa sette giorni dopo per la prima di ritorno, l’altra sfida salvezza contro Acqui Terme. Poi la squadra lomellina affronterà altri due incontri molto delicati in ottica permanenza in B1, entrambi in trasferta nel giro di sei giorni, prima a Cagliari poi a Monza.

Fabio Babetto