B1F – RASSEGNA STAMPA: AMBROVIT – ARREDO FRIGO MAKHYMO

Da “La Provincia Pavese” del 29.01.17

GRINTA E ORGOGLIO, AMBROVIT SORPASSA

Volley B1 femminile. Scavalcata nello scontro diretto la rivale Acqui Terme, sconfitta in tre set molto tirati

Con grande orgoglio e determinazione, l’Ambrovit fa suo lo scontro diretto con Acqui Terme al termine di tre set tiratissimi. I tre punti conquistati valgono il sorpasso in classifica e potrebbero avere un peso determinante nella volata per la salvezza. Acqui Terme prova la partenza a sorpresa e scappa avanti subito 2-5 con time out inevitabile per l’Ambrovit che fa fatica (2-6), ma poi inizia a risalire, ma dopo la prima sospensione cui arriva sotto 5-8 perché Cozzi viene murata. La fuga delle termali dura fino all’ace di Coatti per il 7-10, poi le ospiti entrano progressivamente in crisi per colpa principalmente di una ricezione imbarazzante. Bosetti buca il muro per il 9-10, Cagnoni pareggia con una rabbiosa pipe (11-11), poi il turno in battuta di Rivetti spacca la frazione. La centrale lo apre con due servizi vincenti di fila per il sorpasso (13-11), poi continua a mettere in seria difficoltà i ricettori ospiti trascinando l’Ambrovit al break che arriva al 17-11 con un altro ace di Rivetti. Acqui si scuote un attimo e risale da 19-13 a 19-16 con sospensione locale. Bosetti, al rientro, passa in parallela, Cagnoni e Caroli tengono bene il cambi palla, Cozzi gioca col muro e scrive il 24-18 sul quale la panca termale chiede una sospensione onestamente incomprensibile, poi Rivetti in fast chiude il periodo. Riparte forte Acqui Terme (0-3), Cagnoni rigioca in rete un pallone ed è 1-5, le ospiti salgono di tono anche in battuta e vanno alla prima sospensione tecnica avanti 3-8. E’ ancora un turno in battuta di Rivetti a mandare in crisi la ricezione di Acqui Terme che si rifugia in time out sul 7-9. Coatti buca il muro ((7-11), in battuta le termali allungano 7-12 con sospensione Ambrovit che poi piazza subito a muro un 4-0 salutare. Il pareggio arriva con Caroli (14-14) che firma anche il sorpasso con un tocco morbido, Bosetti mette l’ace in mezzo alla difesa di Acqui Terme ed è 17-14, con time out ospite, quando Coatti va lunga. Si viaggia su margini minimi, poi di nuovo Rivetti in battuta e Cagnoni in pipe colpiscono (24-21), Coatti batte lungo ed è raddoppio nel conto dei set. E’ l’ottimo turno in battuta di Bosetti a costringere subito la panca ospite al time out in avvio di terzo parziale (da 1-3 a 5-3). Acqui si scuote  e rimette il muso avanti, ma un ace di Cozzi e i muri di Cagnoni e Rivetti fanno 10-8. Muro in cooperativa tra Caroli e Bosetti (15-12), subito solo di Caroli (16-12). Sembra fatta, Acqui non molla, due errori di Cozzi (19-21) complicano il finale, ma il capitano rimedia alla grande in battuta, poi nell’infinita e palpitante volata ai vantaggi una mostruosa Cagnoni trascina l’Ambrovit al trionfo.

Fabio Babetto