B1 FEMMINILE – PRIMA VITTORIA E PRIMI PUNTI

L’esordio casalingo per l’Ambrovit Garlasco coincide anche con la prima storica vittoria in Serie B1, ottenuta superando in tre set l’Alfieri Volley di Cagliari, muovendo la classifica e accumulando fiducia. Sono stati necessari 90 minuti per superare le avversarie fra i soliti alti e bassi, ma questa volta la testa e la concentrazione, nei momenti cruciali del match, sono stati quelli giusti e la vittoria si può considerare meritata. Garlasco si presenta in campo con Nicchi in palleggio (in settimana si avrà il responso sull’infortunio di Pagnin), Cozzi e Cagnoni in attacco, Giudici opposto, Caroli e Rivetti centrali e Bonvicini libero. L’inizio fa ben sperare Garlasco, sostenuto da un folto e rumoroso tifo, che si porta subito sul 3-0. Cagliari è comunque in partita e sfrutta le occasioni per restare attaccata alle lomelline fino al primo time-out tecnico; in questa fase del match le squadre si equivalgono fino al 16-15 Garlasco per il secondo time-out tecnico. A questo punto va in battuta Caroli che scava il solco e lancia l’Ambrovit verso la conquista del primo parziale per 25-18. Garlasco si scrolla finalmente le paure di dosso e affronta il secondo set con il coltello fra i denti concedendo ben poco alle avversarie. Cozzi e Bonvicini non lasciano cadere niente e in attacco Rivetti, Giudici e soprattutto Caroli non perdonano. Un gran muro a uno di Giudici fissa il punteggio sul 20-10 e di li a poco Garlasco chiude il set 25-12. Tutto facile? Certo che no, perchè nel terzo set (lo stesso fatale ad Acqui Terme) Ambrovit allenta colpevolmente la tensione e Cagliari le è subito addosso portandosi avanti 7-8 al primo time-out tecnico e, causa due attacchi lunghi di Cagnoni e Giudici, di allungare 8-12. Garlasco non riesce a ridurre le distanze e allora Coach Bonfantini richiama Giudici e al suo posto inserisce Magni; Cagliari sembra fuggire via arrivando ad avere un vantaggio di 6 punti, ma il turno di servizio di Cagnoni riduce nuovamente le distanze a -4. Gli scambi diventano frenetici e si gioca quasi in apnea e in questa fase salgono in cattedra le giocatrici con più esperienza nelle fila di Garlasco che, punto dopo punto, rimettono in carreggiata la squadra fino al 23.22 per Cagliari. Un attacco sul muro di Cagnoni e un’invasione cagliaritana regalano il sorpasso a Garlasco che chiude il set 25-23 su un attacco di Giudici per l’esultanza di tutta la squadra e di tutto il pubblico accorso a tifare. Merito quindi alle ragazze di Garlasco di aver voluto fortemente fino all’ultimo chiudere la pratica in tre set ritrovando la cattiveria e la concentrazione soprattutto, come detto, negli elementi di maggior esperienza. Resta evidente come ci sia ancora da lavorare, ma aver trovato la prima vittoria e aver smosso la classifica sono senza ombra di dubbio una bella iniezione di fiducia. Al termine della partita Coach Bonfantini analizza il match:” Bene, sono soddisfatto per la vittoria e per la prestazione, ma quando giochi in queste categorie non devi mai e poi mai mollare neanche per un attimo perchè il rischio è quello di compromettere quello che di buono è stato fatto fino a quel momento. Avevamo la partita in pugno e nel terzo set dovevamo chiuderla prima, ma ci siamo complicati la vita da soli. Per fortuna che possiamo disporre di giocatrici esperte nell’affrontare certe situazioni e grazie soprattutto a loro abbiamo portato a casa questa vittoria da tre punti”. Prossimo impegno, ancora fra le mura di casa, Sabato 29 Ottobre alle ore 18 contro Euro Hotel Monza fermo ancora a zero punti dopo aver perso anche la seconda giornata nello scontro interno contro Eurospin Pinerolo.