B1 FEMMINILE – PER AMBROVIT ANCORA UNA TRASFERTA AMARA

Non è ancora riuscita a conquistare punti al di fuori delle mura amiche la B1 Femminile di Garlasco, che torna sconfitta dalla trasferta di Collegno (TO) contro il Collegno Volley CUS Torino. Si sapeva che era una trasferta difficile, ma dalla quale si poteva provare a portare a casa qualche punto. Squadra confermata per l’Ambrovit con Nicchi in palleggio, Caroli e Rivetti centrali, Cagnoni e Cozzi in attacco, Giudici opposto e Bonvicini libero e l’inizio del match sembra confermare le impressioni della vigilia con le squadre che si equivalgono e lottano punto a punto. In settimana coach Bonfantini ha lavorato molto sulla ricezione, tallone d’Achille delle ultime uscite, e la squadra sembra aver recepito bene le indicazioni riuscendo a proporsi bene in attacco soprattutto con Cagnoni e Caroli. Si viaggia sul filo dell’equilibrio (7-8 e 15-16 i parziali alle due soste tecniche) e si giunge alla fase calda del primo set dove serve avere mente lucida per fare i punti decisivi e Garlasco, prima con un gran muro di Giudici e poi con due attacchi di Caroli e Cagnoni, tiene vivo il match, ma sul 24-23 per le piemontesi un’invasione fischiata a Rivetti consegna il set alle avversarie. Peccato perchè poteva essere un primo importante mattone per costruire qualcosa di importante. Si riparte e Garlasco sembra reagire bene portandosi sul 5-8, senza però riuscire ad approfittare di qualche sbavatura nella difesa avversaria per provare un allungo importante, allungo che invece riesce al Collegno Volley che con un break di 5-0 ribalta il risultato e si porta in vantaggio per 10-8. Garlasco sembra accusare il colpo, qualche pallone sotto rete necessiterebbe di essere attaccato con la dovuta cattiveria, ma è come se manchi sempre qualcosa per ever ragione dell’avversario. Garlasco però non ci sta e, aiutata dai salvataggi in difesa di Bonvicini, ritorna di prepotenza in partita recuperando da 16-12 fino al 17-17 con un gran muro di Nicchi. Il sorpasso è firmato da Rivetti ancora a muro, il fondamentale che in questa fase sta facendo la differenza, e con gli attacchi di Cagnoni e qualche errore al servizio delle avversarie il divario di allunga in favore di Ambrovit che chiude il set 21-25. In questa seconda frazione ha fatto il suo ingresso in campo Bosetti al posto di Cozzi dando il suo contributo nel recuperare il risultato nel momento in cui Collegno rischiava di fuggire via. Inizia la terza frazione e va registrato un calo fra le fila lomelline, proprio quando la partita avrebbe bisogno di una scossa positiva per dare seguito alla conquista del set e tentare di portarsi in vantaggio. Garlasco insegue sempre nel risultato (8-5 e 16-10) non riuscendo ad attaccare con continuità sia con l’opposto, sia con i centrali e di questo è consapevole coach Bonfantini che opera una serie di cambi togliendo Cagnoni al posto di Cozzi e proponendo un sestetto quasi inedito e sicuramente molto giovane. Collegno manda lunghi due attacchi e Garlasco si riavvicina (21-19) e ancora una volta ci ritroviamo a dover mettere a terra palloni pesanti, ma due attacchi sbagliati di Rivetti e Cagnoni riallontanano le piemontesi che si aggiudicano il set per 25-19. Servirebbe, a questo punto, una reazione importante da parte delle ragazze di Garlasco per cercare di andarsi a giocare tutto al tie-break, ma è Collegno e guidare le danze anche in questo quarto set rimanendo sempre in vantaggio di 3-4 punti che Garlasco non riesce a recuperare anche a causa del fatto che il muro fa fatica ad arginare gli attacchi dei centrali avversari e la ricezione ritorna a vacillare. Coach Bonfantini inserisce Magni al posto di Giudici cercando di trovare giocate diverse in fase di attacco, ma Collegno è avanti alle due soste tecniche prima per 8-3 e poi per 16-11, mantenendo, come detto, un margine di sicurezza dalle avversarie che si arrendono lentamente consegnando anche la quarta frazione alle piemontesi che chiudono il set per 25-17. Con il senno di poi resta il rammarico di non essere andati sul 2-0 per delle piccole ingenuità dopo aver giocato due buoni primi set che avrebbero indirizzato la partita in modo diverso. A fine match è tanto lucido quanto determinato coach Bonfantini nella sua analisi:” Innanzitutto ci tengo a sottolineare come non abbia assolutamente nulla da rimproverare alle mie ragazze sotto l’aspetto dell’impegno e della volontà. Abbiamo giocato i primi due set molto bene offrendo anche una buona pallavolo, peccato solamente per quel’invasione sul 24-23 che ci è costata il set. Nei successivi due set, invece, siamo calati e non siamo riusciti più ad avere continuità nelle nostre giocate in attacco. Ho provato a cambiare un po’ le carte in tavola inserendo Bosetti che anche oggi mi è piaciuta per l’impatto che ha avuto sulla partita e, ad un certo punto, dopo aver tolto anche Cagnoni, avevamo in campo una squadra giovanissima che, nonostante gli errori, ha cercato di giocarsela fino alla fine. Giocando bene i primi due set e meno bene gli altri due, si corre il rischio di avere un’immagine distorta della realtà perchè negli occhi rimangono solo le ultime fasi del match che ci hanno visto soccombere e, quindi, tutto sembra da buttare, ma non è così. Io guardo tutto l’insieme e so che dobbiamo lavorare tanto per fare in modo di non giocare solamente un set o due, ma tutti quelli che servono per arrivare alla vittoria. Adesso il calendario non ci aiuta perchè da qui fino a Natale avremo quattro sfide molto difficili, ma è adesso che non ci dobbiamo disunire o farci assalire dall’ansia. Torneremo a lavorare sui fondamentali sui quali abbiamo sofferto di più in partita perchè ritengo che sia l’unico modo per migliorare e per andare a giocarci ogni partita, ogni singolo punto anche con avversari più forti di noi.” Il prossimo impegno per Ambrovit Garlasco è fissato per Sabato 26 Novembre contro BreBanca Cuneo, match che si disputerà alle ore 18 al Palazzetto di Via Don Balduzzi.