B1 FEMMINILE – AMBROVIT SFIORA I TRE PUNTI, MA ORMAI SA SOLO VINCERE

Se fosse stata una partita di calcio, sarebbe stato il classico pareggio di fine stagione all’insegna del “non facciamoci male”, ma trattandosi di pallavolo, Ambrovit dimostra ancora di aver acquisito una concreta maturità e allunga a quattro la serie di vittorie consecutive. Le padrone di casa scendono in campo con Nicchi al palleggio, Rivetti e Arapi centrali con Caroli che viene tenuta a riposo per non sovraccaricare ulteriormente un ginocchio già dolorante da qualche settimana, Cagnoni e Bosetti in attacco, Cozzi opposto e Bonvicini libero. L’inizio del match è caratterizzato più da errori di entrambe le squadre che da punti effettivamente conquistati fino all’ace di Arapi che porta al primo time out tecnico sull’8-7 Garlasco. L’equilibrio prosegue (11-11 e 19-19) con continui scambi di favori e un arbitro che, da una parte e dall’altra, tra doppie e invasioni, non perdona nulla. Si arriva alle battute finali e un murone di Cozzi porta avanti Garlasco sul 22-21 che diventa, subito dopo 22-22, ma a questo punto sale in cattedra Arapi che con tre punti consecutivi chiude il discorso e porta avanti Ambrovit 1-0 nel conto dei set. Partenza lanciata per le lomelline nella seconda frazione che trovano subito un break importante (5-0) grazie ad un servizio molto efficace di Rivetti e ai punti di Cagnoni con Cozzi in grande spolvero in fase difensiva. Pinerolo fatica moltissimo ad andare a punto  perchè i loro attacchi vengono spesso sporcati dal muro di casa e questo consente a Garlasco di rigiocare tanti palloni su  Bosetti e Arapi che in questa fase non sbagliano quasi nulla. 16-5 alla seconda sosta tecnica e la netta sensazione che Pinerolo abbia già la testa al set successivo vedendo ormai sfumata la possibilità di rientrare in quello attuale, infatti, nonostante qualche regalo di troppo, Ambrovit si porta sul 2-0 con il parziale di 25-15. Arriva il prevedibile rilassamento nel terzo set per le padrone di casa, ma da subito è il muro di Pinerolo su Cagnoni a caratterizzare l’inizio della terza frazione. Acquisito un piccolo vantaggio di 3-4 punti, le piemontesi, sostanzialmente, riescono a gestirlo per tutto il set, difendendo e ricevendo con più efficacia. Ambrovit non ci sta e prima con Bosetti, dopo una difesa pazzesca di Cozzi da terra, e poi con un muro di Rivetti riprendono, sul 13-13, le avversarie, ma l’inerzia del set è a favore di Pinerolo che gioca meglio e accorcia le distanze nel computo dei set chiudendo la terza frazione sul 21-25. Ancora partenza lanciata per Ambrovit con i servizi di Rivetti (4-1) e la sensazione che fra le padrone di casa sia tornata la cattiveria giusta per comandare il set. Sono i punti di Cagnoni e le difese di Bonvicini a tenere avanti Garlasco che, in pratica, torna a giocare come nei primi due set, lasciando poche speranze di rimonta a Pinerolo. Su un servizio largo di Francesconi si va alla seconda sosta tecnica sul 16-10 Garlasco e tutto farebbe pensare ad una agevole gestione del punteggio per chiudere di li a poco la pratica. Invece la partita si innervosisce e a farne le spese, purtroppo, è proprio Garlasco che perde lucidità e smarrisce in un attimo tutte le certezze avute fino a quel momento. Un vero peccato perchè Pinerolo rimonta, ritorna in partita, non sbaglia più un colpo e porta il match al tie-break chiudendo il quarto set sul 22-25. Nel bene e nel male succede anche questo e quella che poteva essere un’altra vittoria da tre punti sfuma in poco tempo, obbligando le squadre a prolungare la contesa per un altro set che resta in equilibrio con sorpassi e contro-sorpassi fino al cambio campo con il vantaggio 8-7 di Garlasco. Poi le padrone di casa prendono il largo con un doppio attacco di Cagnoni e un servizio out ancora di Francesconi che fissa il punteggio sul 13-10 ed è ancora il numero 9 di casa a chiudere il match con un attacco in diagonale che regala set e partita all’Ambrovit (15-11 il finale) e altri due punti in classifica. Alla fine è arrivata un’altra vittoria, anche se non da tre punti, e questa non può che essere una bella notizia come confermato a fine partita da Coach Bonfantini :”Sono contento della prestazione di tutte le ragazze che hanno, fra le altre cose, assimilato bene l’assenza dal campo di Caroli che ho tenuto a riposo per non affaticare ulteriormente il suo ginocchio. La partita era in mano nostra e potevamo chiuderla nel quarto set, ma purtroppo ci siamo innervositi e abbiamo perso lucidità portando comunque a casa un’altra vittoria e altri due bei punti. Con l’ultima partita in casa di Trecate abbiamo la concreta possibilità, trovandoci ora a 38 punti, di toccare o addirittura superare quota 40 e credo che in una stagione come questa, da neopromossa ed esordiente in categoria, dopo aver dovuto affrontare tante difficoltà, sia un grande, grandissimo risultato. Sono soddisfatto”. Appuntamento, quindi, per l’ultima partita della stagione, a Trecate sul campo dell’Igor Voley, gara in programma Sabato 6 Maggio alle ore 15:30.