B1 FEMMINILE – AMBROVIT PRIMA DOMINA POI VEDE LE STREGHE

Gara dai due volti quella giocata questa sera dalle ragazze di Garlasco che hanno dovuto faticare più del previsto (vista come si era messa la partita) per avere ragione dell’Igor Trecate. Per questo scontro diretto, il primo di una serie che attende Ambrovit, coach Bonfantini conferma la squadra delle ultime uscite con Nicchi in palleggio, Bosetti e Cagnoni in attacco, Caroli e Rivetti centrali, Cozzi opposto e Bonvicini libero. Dopo una primissima fase di studio che vede avanti Trecate per 5-8, in battuta va Bosetti e inizia la rimonta di Garlasco con 5 punti consecutivi, seguiti da buone difese e attacchi efficaci di Cozzi e Caroli che fissano il risultato sul 16-10 alla seconda sosta tecnica. Ambrovit in questa fase gioca bene chiudendo rapidamente gli scambi e un gran muro di Cozzi dice 18-12 Garlasco che di li a poco chiude la prima frazione per 25-15. Ancora migliore è l’approccio al secondo set con Bosetti che trova spesso il muro-fuori o, meglio ancora il pertugio nella difesa avversaria per poter fare male. 8-3 e 16-6 sono i due emblematici parziali alle soste tecniche che mettono in evidenza come Ambrovit sia padrona del campo e Trecate mostri troppe sbavature e difficoltà a riorganizzarsi. Il set scivola via sui salvataggi di Bonvicini e gli attachi di Cagnoni e Cozzi e si chiude con il finale di 25-12. Il terzo set ha rappresentato spesso l’ago della bilancia per Garlasco che, soprattutto nella fase iniziale della stagione, faticava ad “ammazzare” le partite e, complici molti errori gratuiti, faceva rientrare l’avversario. In realtà si è assistito ad una frazione molto più equilibrata e combattuta perché Trecate si giocava il tutto per tutto e Garlasco non aveva più il fuoco negli occhi come nei primi due set. Trecate commette molti meno errori e forza tutte le situazioni avendo spesso ragione dell’avversario che, invece, pasticcia troppo e da morale alle giovani atlete novaresi. Si arriva punto a punto fino al 21-21 poi un doppio muro su Bosetti e Caroli spingono Trecate verso la conquista del set per 22-25. Ecco che in casa Garlasco riaffiorano le streghe e tutto ciò si trasmette in campo dove nel frattempo Nicchi ha lasciato il posto a Pagnin in regia. Il quarto set Ambrovit, praticamente, non scende in campo e lascia la strada spianata a Trecate per fare un figurone e prendersi meritatamente il quarto set con il parziale di 15-25. A questo punto, c’è già il rammarico per non aver sfruttato la situazione favorevole di due set a zero (come già successo precedentemente contro Orago), ma al tempo stesso bisogna necessariamente ripescare le ultime energie per conquistare i due punti del tie break. Garlasco gioca meglio questa frazione il cui risultato non viene mai messo in discussione. Sempre avanti nel punteggio, Ambrovit, in pratica, riprende da dove aveva terminato il secondo set e conquista il quinto punto con il parziale di 15-7. Al termine della sfida, coach Bonfantini non può nascondere un pizzico di delusione: “E’ un peccato non essere riusciti a portare a casa la partita quando era ampiamente nelle nostre mani, il terzo set non abbiamo fatto bene come nei primi due mentre il quarto proprio non lo abbiamo giocato. Detto questo, dobbiamo essere consapevoli che fino alla fine sarà una sofferenza e una battaglia continua per raggiungere i nostri obiettivi. Di buono ci sono, comunque, i due punti conquistati che muovono la classifica e il ritorno in campo per più di due set di Pagnin che ha fatto bene. Sabato inizia il girone di ritorno e arriva Acqui Terme, un’altra partita importante in cui provare a fare bene”. Appuntamento, quindi per Sabato 28 Gennaio a Garlasco per la prima gara del girone di ritorno contro Arredo Frigo – Makhymo Acqui Terme, gara in programma alle ore 18.