B1 FEMMINILE – AMBROVIT CEDE IN TRE SET, TROPPO AMPIO IL DIVARIO

Quella di Cuneo, già alla vigilia, si poteva considerare una delle trasferte più difficili di tutto il campionato per l’elevato tasso tecnico e la prestanza fisica delle avversarie e in effetti il pronostico è stato ampiamente rispettato. Ambrovit, giocando una partita che l’ha vista spesso in difficoltà, non è riuscita ad impensierire le forti avversarie che per i primi due set hanno avuto vita facile nella conduzione del match. Garlasco scende in campo con Nicchi in palleggio, Caroli e Rivetti centrali, Cagnoni e Bosetti in attacco, Cozzi opposto e Bonvicini libero. L’inizio fa capire subito che per Garlasco sarà una serata difficile con le lomelline costrette a una difesa e una ricezione sempre difficoltose che, di conseguenza, rendono complicati i contrattacchi. Sotto 8-2 alla prima sosta tecnica, Ambrovit subisce gli attacchi precisi e potenti delle piemontesi e quando Cozzi riesce a tenere in difesa troppo spesso gli attaccanti si fanno murare o commettono errori di misura. Il set scivola via (16-8 al secondo time out tecnico) con la netta sensazione che Garlasco non abbia fisicamente e tecnicamente le armi per poter contrastare lo strapotere di Cuneo che, infatti, chiude agevolmente la prima frazione con il parziale di 25-17. La ripresa è la fotocopia di quanto già visto, con Cuneo che sbaglia veramente pochissimo e Garlasco che deve faticare il triplo per avere palloni da poter rigiocare e conquistare qualche punto. Sono le difese di Cozzi e gli attacchi di Cagnoni le note liete in casa Ambrovit, ma ciò non basta per impensierire Borgna e compagne che conducono sempre nel punteggio (8-4 e 16-9) e danno la sensazione di essere in totale controllo del match. Anche il secondo set viene vinto da Cuneo con il risultato di 25-16. La terza frazione inizia, però, in modo diverso rispetto alle altre due con le piemontesi stranamente imprecise e Ambrovit che riesce a portarsi in vantaggio per 8-5 al primo stop tecnico anche grazie ad un servizio più efficace. Al ritorno in campo, però, si capisce che era stata solo un’illusione, perché Cuneo piazza un parzialone di 11-1 che ristabilisce le gerarchie e porta alla seconda sosta tecnica sul 16-9. Cuneo verso la fine del match si vede costretta ad inserire il secondo palleggio causa l’infortunio al ginocchio di Bonifazi e in questa fase perde un po’ di lucidità che consente a Garlasco di rifarsi ancora sotto fino al 22-24, ma sull’attacco successivo la partita si chiude con il meritato 3-0 per le piemontesi. Contro queste squadre, una delle poche speranze, è quella di trovarle deconcentrate o completamente in giornata no, ma ieri Cuneo ha giocato una gran partita meritando la posizione in classifica. Ambrovit ha subito il loro gioco per gran parte del match, ha commesso tanti errori e faticato parecchio in difesa, denotando anche un appannamento fisico. In settimana occorrerà ricaricare le batterie e dare fondo alle ultime risorse fisiche per questo finale di stagione che già dal prossimo impegno, offre un importante chance di riscatto. Sabato 25 Marzo arriva a Garlasco, per la 21° giornata di campionato, la Florens Vigevano, gara in programma alle ore 18.