A Garlasco la festa della pallavolo

Da “La Provincia Pavese”, 13 Giugno 2016

Cinquemila ravioli freschi, cinquecento e forse più persone coinvolte in campo e fuori, dodici ore di pallavolo, otto campi sul manto erboso del comunale di Garlasco. Sono solo alcuni dei numeri della giornata di pallavolo organizzata ieri, come ogni anno a quest’epoca, dal Volley 2001 Garlasco coinvolgendo le società sportive di tutta la provincia, ma anche tanti appassionati, tesserati e non, per una domenica all’insegna del volley, ma anche come occasione per trovarsi, magari anche per sviluppare qualche trattativa di mercato o addirittura per definirla.

Ormai la kermesse garlaschese è un classico e, dentro alle dodici ore di volley per tutti, uno spazio importante è quello riservato al memorial “Umberto Baldini”, un torneo dedicato a formazioni giovanili under 16 per ricordare ogni anno un appassionato della prima ora del Volley 2001, sempre presente fin dal primo giorno ad ogni allenamento, sempre disponibile a dare una mano. Normale che il memorial sia diventato un momento irrinunciabile nella fitta stagione garlaschese e, per questa edizione, hanno alzato il trofeo le ragazze della Virtus Mortara arrivate prime, davanti a Certosa, su nove squadre partecipanti al termine di una giornata di sfide continue e con la bella regola dell’autoarbitraggio, il modo migliore per fare cultura di sport. Si sono esibite squadre formate da quattro elementi di cui almeno una ragazza, obbligatoriamente. Sull’erba a cercare di non far cadere il pallone di qua e di spingerlo giù di là c’erano sia carneadi appassionati che tesserati ben noti, Valentina Cozzi e “Pingu” Antonaci solo per fare due nomi di casa, ma con loro tanti compagni ed avversari arrivati appositamente a Garlasco per questo appuntamento che, prima del tramonto, ha avuto per cornice l’happy hour a bordo campo con porchetta, birra e salamelle, perché adesso che il campionato è finito, si può ed è bello così. (f.ba.)

(Immagine di Paola Trapelli)

Attachment